Orosei guida vacanze

Orosei è il centro più importante del Golfo ed è stato fondato intorno al 1200 dai mercanti della Repubblica Marinara di Pisa. Per questa ragione ha conosciuto un periodo di forte sviluppo che ha promosso l’edificazione di un centro storico caratterizzato da un’architettura molto curata nel suo stile rurale con pareti di pietra, archi e vicoli stretti che sfociano in larghe piazze lastricate. Resta visibile la caratteristica formazione di costruzioni radunate attorno al cortile interno, piccolo fulcro della vita familiare in Sardegna.
 
Ubicato in posizione intermedia tra lo spettacolare Monte granitico Tuttavista e le acque cristalline del Golfo di Orosei, il paese è strettamente connesso sia alla montagna che al mare. Viene scandito così il ritmo della vita, che alterna la frenesia della stagione turistica, da aprile ad ottobre, alla calma dei periodi autunnali ed invernali in cui si dipingono gli scenari romantici che appassionano gli amanti della natura. E se il mare rappresenta l’anima del luogo, la montagna ne nasconde invece il cuore: percorsi naturalistici, escursioni avventurose, arrampicate sportive, trekking ed esperienze culinarie sono solo alcune delle attrattive.
 
Da visitare le numerose piccole chiese affrescate del centro storico e il Museo Guiso che ospita una collezione di teatri in miniatura del XVIII sec. ed un’esposizione di costumi tradizionali dal 1880 al XX sec. Molto interessanti anche i siti nuragici presenti nella zona e il complesso di Sa Linnarta dove la presenza del pozzo sacro attira visitatori interessati ai poteri benefici che gli sono attribuiti.
 
Il mare, le spiagge e le calette che si raggiungono da Orosei sono gli elementi che contraddistinguono il paesaggio e che rendono la destinazione una delle più rinomate in Sardegna.